Formazione

Sicurezza sul Lavoro (formazione in aula)

Attraverso la sinergia con AIFES, organizzazione sindacale datoriale presente sull'intero territorio nazionale, F&B Consulting Services organizza ed eroga svariate tipologie di corsi di formazione rivolti a datori di lavoro e lavoratori nell'ottica di affiancare ed assistere le aziende del settore food and beverage nell'adempiere agli obblighi formativi previsti dalla normativa cogente.

Il datore di lavoro è tenuto ad assicurare che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza così come previsto dall'art. 37 del Dlgs 81/2008. La durata, i contenuti minimi e le modalità della formazione sono definiti mediante Accordo in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano.

La formazione e, ove previsto, l'addestramento specifico devono avvenire in occasione:

    a) Della costituzione del rapporto di lavoro o dell'inizio dell'utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
    b) Del trasferimento o cambiamento di mansioni;
    c) Della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e miscele pericolose.

Il datore di lavoro che non ottempera l'obbligo della formazione è punito con l'arresto da due a quattro mesi o con l'ammenda da 1.315,20 a 5.699,20 euro.

I Nostri corsi

Corsi in Programma

Lavoratori

Preposti

Dirigenti

Datore di Lavoro

RLS

Primo Soccorso

Antincendio

Informazioni

Lavoratori

L'art. 37 del D. Lgs. n. 81/08 definisce l'obbligo da parte del Datore di Lavoro di assicurare che ciascun lavoratore riceva formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza. Il successivo Accordo Stato - Regioni del 21/12/2011 ne definisce la durata, i contenuti minimi e le modalità della formazione. Tutti i lavoratori devono partecipare ad un modulo di formazione di base generale della durata di 4 ore, che deve essere integrato dalla formazione specifica di durata differente a seconda della classe di rischio.

Preposti

L'art. 37 del D. Lgs. N. 81/08 definisce l'obbligo da parte del Datore di Lavoro di assicurare che il Preposto riceva un'adeguata e specifica formazione in materia di salute e sicurezza. Il successivo Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 ne definisce la durata, i contenuti minimi e le modalità della formazione. La formazione aggiuntiva del Preposto prevista ha una durata di 8 ore ed un aggiornamento quinquennale di 6 ore.

Dirigenti

L'art. 2 comma 1 lettera d) del D.Lgs 81/08, definisce "dirigente" la persona che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l'attività lavorativa e vigilando su di essa. L'art. 37 del D. Lgs. 81/08, prevede una specifica formazione per i dirigenti, secondo i contenuti e la durata previsti dall'Accordo Stato Regioni del 21/12/2011.

Datore di Lavoro

L'art. 34 del D.Lgs. n. 81/08 prevede lo svolgimento diretto da parte del Datore di Lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi frequentando i corsi di formazione la cui durata, contenuti e modalità: sono descritti nell'Accordo Stato Regioni del 21/12/2011. I corsi di formazione sono associati alle tre classi di rischio: basso, medio e alto.

RLS

L'art. 37 del D. Lgs. n. 81/08 stabilisce che il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza ha diritto ad una formazione particolare in materia di salute e sicurezza concernente i rischi specifici esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza, tale da assicurargli adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi.

Primo Soccorso

L'art. 45 del D. Lgs. n. 81/08 e il Decreto Ministeriale 15 luglio 2003, n. 388 sanciscono i provvedimenti in materia di primo soccorso e l'obbligo di formazione degli addetti. Le aziende vengono classificate, tenendo conto della tipologia di attività svolta, del numero di lavoratori occupati e dei fattori di rischio in tre gruppi: A, B e C.

Antincendio

L'art. 46 del D. Lgs. n. 81/08 e il Decreto Ministeriale 10 marzo 1998 sanciscono i provvedimenti in materia di prevenzione incendi ed emergenze e la formazione degli addetti. I contenuti e la durata dei corsi devono essere correlati alle attività e al livello di rischio di incendio correlati, nonchè alle attività affidate ai lavoratori. Sono state individuati tre livelli di rischio: elevato, medio, basso.

Back to Top